Serra de’ Conti

Questa scheda è collegata a: Città Borghi e Paesi

Il borgo di Serra de’ Conti, stretto nell’abbraccio di una intatta cinta muraria medievale, è tra i più suggestivi della Regione: i luoghi di interesse, lo stato di conservazione dei monumenti e la tipicità della natura circostante lo rendono una sorta di prototipo del comune marchigiano.

DA VEDERE

Il paese visse un fervido medioevo: l’aggregazione dei proprietari terrieri, favorita dalla presenza dei benedettini di Santa Croce di Sassoferrato, portò alla nascita del Comune e alla costruzione del Castello. Da quel momento, Serra de’ Conti crebbe all’ombra delle sue attività agricole e dei traffici commerciali.

Del ricco periodo comunale è testimone il centro duecentesco, attorno cui corre intatta la cinta muraria, scandita da dieci torrioni e da una porta fortificata. Nel tempo, il borgo conobbe rimaneggiamenti quattrocenteschi, ampiamente visibili proprio nella Porta della Croce (1431), oggi privata dell’originario ponte levatoio ma ugualmente maestosa nella struttura, e in alcuni edifici del centro storico.

Passeggiare attraverso il borgo, tra i suoi palazzi medievali e rinascimentali e le sue chiese, significa tuffarsi in un passato tutt’altro che nostalgico: il paese si propone attivo e fiero, persino innovativo nel riproporre i propri monumenti. E’ il caso del Museo delle Arti Monastiche, che propone un percorso teatrale in cui, guidato da attrici, il visitatore individuale potrà entrare in contatto diretto con gli oggetti, le sensazioni e la vita di clausura. Una visita estremamente coinvolgente e rara.

Legata al Monastero di Santa Maria Maddalena è anche l’omonima chiesa del XVII secolo, la cui singolare struttura è chiaramente legata alla maniera borrominiana. Non sono molte le chiese marchigiane tanto vicine alle idee del grande architetto attivo a Roma e tale ascendente è probabilmente da collegare ai frequenti contatti tra il monastero e i Filippini della città eterna, datori di lavoro del Borromini.

Altre chiese che meritano di una visita sono l’antica San Michele, la cui architettura iniziata nel 1290 e poi rimaneggiata attorno alla metà del Quattrocento rispecchia i periodi d’oro di Serra de’ Conti, e Santa Maria de Abbatissis. In città, degna di menzione anche la Sala consiliare, affrescata da Bruno Bruni, artista contemporaneo noto come Bruno d’Arcevia.

DA FARE

Terminata la lunga e affascinante passeggiata entro la cinta muraria, è possibile allontanarsi di qualche chilometro dal centro per visitare la Fornace Hoffman, un importante esempio di archeologia industriale. La fornace, recentemente restaurata, fu in funzione dal 1884 al 1971. Sempre nei dintorni, in località La Piana, un altro monumento, questa volta della natura, richiede una sosta: si tratta de La Cerqua Grossa, una quercia secolare (dai 300 ai 400 anni) che vanta 5 metri di circonferenza e 22 di altezza e si staglia imperiosa sulla valle.

DA GUSTARE

Tra i prodotti tipici di Serra de’ Conti, la cicerchia è ormai famosa in tutta la egione. Questo legume povero, capace di crescere anche in difficoltà climatiche e ben noto ai contadini della zona è stato recentemente riscoperto ed è, anzi, un simbolo della cultura gastronomica marchigiana. Ad esso Serra de’ Conti dedica una festa annuale, l’ultima settimana di Novembre. Per quanto riguarda l’offerta di ristorazione, non manca in zona l’occasione di consumare pasti ricchi e genuini. Una menzione particolare merita il ristorante foresteria Coquus Fornacis, che ha per location la vecchia, spettacolare fornace. Ben inserito nel contesto grazie ad un arredo moderno e non invadente, il ristorante propone piatti della tradizione rivisitati in chiave contemporanea, senza eccessi e con eleganza. Da assaggiare gli antipasti fantasia ed il coniglio in porchetta, ottimi i dessert, prevalentemente marchigiani i vini.

 
Siti collegati:
 
Capt. P. Amatori Agenzia Marittima Srl
Via Loggia 16 - 60121 Ancona
Tel +39 071 2284140 - Fax +39 071 2284190
vacanze@amatori.com
Partita IVA 01412990424

credits del sito web e-xtrategy

Chiudi

ideazione e progettazione grafica di:

via marche, 34 - 60030 monsano (an) italy
tel. +39.0731.60400 - fax +39.0731.60003

www.kitiri.it
info@kitiri.it

ideazione e realizzazione web site di

via s. ubaldo, 36 - 60030 monsano (an) Italy
tel. +39.0731.60225

www.e-xtrategy.net
info@e-xtrategy.net