Monte Catria

Questa scheda è collegata a: Montagna

A 1702 metri, il Monte Catria è uno tra i più imponenti massicci della Regione. Il monte ospitò nei secoli numerosi monasteri ed abbazie alle sue pendici, tanto da essere soprannominato il Monte Santo e da meritare la citazione nel Paradiso di Dante (canto XXI), che ricorda l’Eremo di Fonte Avellana.

I comuni collegati al monte sono tra gli altri Frontone, Sassoferrato e Cagli, sì che la zona è consigliabile sia per gli amanti della montagna appenninica che per gli appassionati di borghi ed arte. Il calcare massiccio che compone le rocce del Catria propone accostamenti di colore, dal grigio ammonitico dominante alle scaglie bianche e rosse.

Flora e fauna sono ricche: animato da faggete e  aceri, il monte vanta anche la presenza di cinghiali, caprioli e lupi. Da segnalare alcune faggete secolari, tra cui la bellissima faggeta delle Cupaie, sul versante ovest del Monte, con suoi altissimi fusti. Le cime minori del gruppo sono il Monte Acuto (1668) e il Monte Tenetra (1240). Le attività che si possono svolgere sul monte e attorno ad esso sono le più diverse ed abbracciano il periodo invernale e quello estivo: sci, trekking, mountain bike e altri sport trovano qui una sede ideale.

IL NOSTRO PERCORSO
Il percorso proposto dal CAI è un anello diretto al Monte Acuto (n. 65). Inizia presso il rifugio alpino, a 1158 metri, e si addentra inizialmente in una bellissima faggeta che ospita un gran numero di volatili, tra i quali Ciuffolotti e Cince. Il sentiero è piuttosto morbido per circa 2 km. E giunge sino al rifugio  delle Gorghe prima di addentrarsi in un’altra faggeta, con un maggiore dislivello.

Si giunge così a Cotaline (1450) e di qui si imbocca il sentiero n. 64, tra i faggi. Dalla selva di alberi si sbuca dritti nella sella tra il Monte Acuto ed il Catria: oltre al panorama, nei mesi primaverili qui è possibile assistere a bellissime fioriture. Proseguendo verso est, ci si trova ad un trivio: è possibile, qui, seguire per un tratto la strada carrozzabile o, se si vuole giungere alla cima del Monte Catria, scegliere il sentiero più a sinistra. Scegliendo la prima opzione si giunge alla spettacolare faggetta Cupaia, che merita senza dubbio una riposante sosta all’ombra degli alberi secolari.

Dopo la pausa, il sentiero n. 63 del Cai percorre il versante Sud Sud-Ovest del Monte Acuto, scendendo fino a Bocca della Valle, dove si trova un’oasi faunistica per la coturnice.

Le nostre proposte

per Monte Catria chiudi
Relais

 
Siti collegati:
 
Capt. P. Amatori Agenzia Marittima Srl
Via Loggia 16 - 60121 Ancona
Tel +39 071 2284140 - Fax +39 071 2284190
vacanze@amatori.com
Partita IVA 01412990424

credits del sito web e-xtrategy

Chiudi

ideazione e progettazione grafica di:

via marche, 34 - 60030 monsano (an) italy
tel. +39.0731.60400 - fax +39.0731.60003

www.kitiri.it
info@kitiri.it

ideazione e realizzazione web site di

via s. ubaldo, 36 - 60030 monsano (an) Italy
tel. +39.0731.60225

www.e-xtrategy.net
info@e-xtrategy.net